Iscriviti per rimanere aggiornato

REELSTEADY GO 2

LOGO REELSTEADY GO 2

Software GoPro

Oggi presentiamo il software per la stabilizzazione delle clip girate con la GoPro. Questo programma è dedicato ai filmati GoPro dalle versioni 5 alla 11.

 

Breve storia

Il software  nasce da un gruppo di giovani sviluppatori nella  versione Reelsteady Go (ancora accessibile per chi non avesse fatto l’upgrade), sviluppata con una Gopro Hero 6 Black. Il programma, a pagamento fin da subito (con una versione demo installabile di prova), è stato apprezzato dai piloti fpv non tanto per le riprese più movimentate ma per le riprese cinematiche. Il software ha riscosso così tanto successo che Gopro stessa ha deciso di acquistarne i diritti e continuare gli sviluppi fino alla seconda versione. 

 

Tutto nasce dalla Hero 6

GOPRO 6

Anche se si possono stabilizzare le clip della versione 5, il programma è ottimizzato per la Gopro Hero 6. Ma perché? La risposta è semplice per via del giroscopio interno che gestisce in maniera completamente diversa le vibrazioni ad alte risonanze. Le Gopro hero 5 e 7 hanno un giroscopio molto sensibile a questi tipi di vibrazioni e quindi non sono adatte almeno che non si crei un tipo di supporto con degli appositi cuscinetti anti-vibrazione che aiutano decisamente il risultato in post produzione con Reelsteady go 2. Con la Gopro Hero 6 invece abbiamo la possibilità di montare la telecamera senza l’ausilio di questi supporti perchè il giroscopio ha un filtro interno che isola direttamente queste vibrazioni. Gopro ci aveva visto lungo? Probabilmente è stato solo un colpo di fortuna azzeccare il giroscopio giusto visto che poi la versione 7 è la prima che monta di serie l’Hypersmooth 1.0 e ha lo stesso giroscopio della versione 5. I problemi vengono risolti e migliorati dalla Gopro 8 fino alla ultimissima 11 che in questo momento possono contribuire a stabilizzare ancora di più incisivamente ed essere processati anche da Reelsteady go 2 (non la versione 1). 

 

Il software

Tramite l’App per PC si scarica Gopro player e si inseriscono i codici della licenza di Reelsteady go (in caso si possiede ancora la vecchia versione). Oppure si acquista la propria copia Qui e poi si installa sempre da Gopro Player.

Apri pure il programma e inserisci la clip originale vergine senza tagli o altro. 

IMMAGINE 1 REELSTEADY GO 2

Dopo che il file sarà elaborato è essenziale cliccare su “sì” quando verrà richiesto di stabilizzare con Reelsteady. Dopo qualche secondo (dipende dal vostro PC) avremo un piccolo ritaglio sulla clip e il nostro file è pronto ad essere esportato. Possiamo inoltre decidere di impostare alcuni parametri per personalizzare ancora di più la stabilizzazione e rendere la clip ancora più originale. 

IMMAGINE 2 REELSTEADY GO 2

La “doppia” Stabilizzazione

Adesso è possibile stabilizzare le clip che sono uscite fuori stabilizzate e avere un effetto ancora più smooth alle riprese. Questa opzione è utilizzabile solo dalla Gopro Hero 8 Black in su. 

 

Funzioni avanzate “ Blocco orizzonte”

Se hai attivato l’impostazione orizzonte bloccato sulla tua Gopro allora questa impostazione aiuterà ancora di più il lavoro che è stato fatto da la Gopro. 

N.b. non ancora supportato in combo con Hypersmooth.

 

Funzioni avanzate “Uniformità”

Questa impostazione è il quantitativo effettivo della stabilizzazione che diamo alla nostra clip. Aumentando e Riducendo il valore varia la stabilizzazione. Questo valore è generalmente accoppiato alla Velocità del ritaglio (anche se è possibile muoverlo da solo cliccando sulla spunta “link”)

 

Funzioni avanzate “ Velocità di ritaglio”

Questa impostazione varia al variare della velocità di cambio di direzione. Ti spieghiamo meglio, quando stiamo effettuando un volo dritto il giroscopio avrà meno afflusso di dati, ma dal momento in cui facciamo una virata più o meno repentina allora lì è dove la stabilizzazione sarà più forte e l’effetto Reelsteady si vedrà. Di questo effetto è possibile variarne la velocità di esecuzione.

 

Funzioni avanzate “Ritaglio statico”

Questa funzione disabilita completamente l’effetto velocità di ritaglio. Solitamente non utilizziamo sulle clip cinematiche questo effetto, ma nulla vieta di fare le proprie prove e capire se può piacere di più o meno.

 

Funzioni avanzate “Correzione obiettivo”

Se premuto in combo con “Obiettivo Avanzato” puoi decidere quanto fish-eye aggiungere alla clip. A gusto personale prova pure ad aumentare e a diminuire l’effetto. Personalmente mi piace molto l’effetto movimento “reelsteady” e quindi tengo il fish-eye quasi al massimo.

 

Coda ed esportazione

IMMAGINE 3 REELSTEADY GO 2

Ultima ma non meno importante: l’esportazione. Per chi è venuto dalla prima versione e lamentava dei moltissimi problemi in fase finale del lavoro adesso può stare tranquillo. Sono stati risolti i problemi:

  • audio per le clip piccole (che veniva perso in caso non si esportasse tutto il filmato) 
  • Frame persi durante l’esportazione
  • problemi ai colori delle clip

Ma finalmente è stata creata una coda per le esportazioni multiple senza dover riaprire il progetto e stabilizzarlo nuovamente, ed è stato implementato il supporto per i formati “professionali” (in caso si utilizzi Ios con “l’Apple Prores”).

Oltretutto i file ottenuti sono molto meno pesanti se portati su un programma di editing successivamente. 

 

Considerazioni finali

Il software è molto interessante e ottimizzato per Gopro. E forse è proprio questa (per adesso) la pecca più grande. Si perchè oltre a costare quasi 100 euro non è neanche utilizzabile con altri dispositivi che possiedono un giroscopio integrato. Nel 2018 era solo lui il programma definitivo e chi lo aveva ha avuto tanto, ma adesso che c’è anche Gyroflow che è completamente gratis e molto più personalizzabile rispetto a Reelsteady Go 2 la faccenda si complica. 

Sicuramente i passi avanti sono stati tantissimi ed è anche grazie a questo programma che è nato successivamente Gyroflow. Quindi ci sentiamo comunque di consigliare il prodotto e magari provarlo in versione demo e successivamente decidere se acquistarlo o meno. Qui sotto un breve filmato cinematico stabilizzato e non con Reelsteady go 2.

 

Articolo scritto da Elia Viti, revisionato da Roberto Acchiardo, caricato sul sito da Matteo Del Pino, foto di Elia Viti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

REELSTEADY GO 2

Loggati

Registrati

Un link per impostare una nuova password verrà inviato al tuo indirizzo email.

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.

ISCRIVITI PER SUPPORTARCI

E per rimanere aggiornato sugli ultimi articoli