Iscriviti per rimanere aggiornato

VERBENA-C

VERBAN C FRONTE

“Il piccolo che non ti aspetti”

Parola d’ordine Toothpick! Oggi andiamo a recensire il progetto Verbena C by Rhobbyfpv. Il nostro Roberto ha cercato di togliere la polvere a tutti quei Tinywhoop che rimarranno fermi sul piedistallo in attesa che finisca la buona stagione. Ci sarà riuscito? Vediamolo insieme!

 

Il Progetto

L’idea è quella di poter convertire un qualsiasi Tinywhoop (dai 65 ai 75 mm) in un Toothpick per poter volare veramente ovunque ma con prestazioni notevolmente differenti. Infatti le differenze sostanziali tra un Tinywhoop e un Toothpick risiedono nel telaio e nel tuning.

 

Caratteristiche e Unboxing

Il telaio che propone Rhobbyfpv è un 75mm TrueX in carbonio Toray T700 da 2mm. Con questo spessore il quad diventa praticamente “indistruttibile” e Il peso di soli 4 grammi non lo discosta dal classico telaio in plastica di un Tinywhoop.  Nel pacchetto ci sono anche tutte le viti/dadi di assemblaggio (comprese quelle per i motori), una canopy in tpu e ben 2 elastici (parti fondamentali per questo Tinywhoop). 

TELAIO VERBENA

La Conversione

La parte forse più delicata da affrontare è proprio il trasferimento dell’elettronica dal Tinywhoop sul frame. La conversione è compatibile al 100% senza dover tagliare/saldare/incollare. La cosa non è da sottovalutare perché si può tornare al volo indoor senza impazzire. In questo articolo prenderemo un “datatissimo” Mobula 7 – 2s.

I motori sono 0802 16000Kv (eliche stock quadripala), come FC monta una CrazybeeF3FR (adesso monta Crazybee F4 Pro V2) con RX integrata Frsky, Vtx Esterna e Cam da 700 tvl.

L’assemblaggio è semplice ed intuitivo, la parte più delicata (nel nostro caso) è stata rimuovere la Vtx e la Cam dal vecchio supporto.

Una volta smontato tutto dal vecchio telaio e predisposto il verbena è il momento di installare i motori (con le viti in dotazione), poi verrà il turno della FC e per ultimo la vtx e la cam. Quest’ultima calza veramente a pennello (per evitare vibrazioni) e bisogna imprimere una certa forza per farla entrare correttamente. Inseriamo l’elastico e siamo pronti ad entrare su Betaflight per la configurazione. 

VERBENA (MOBULA 7)

Betaflight

Il limite del crazybeeF3 è proprio l’aggiornamento da fare con Betaflight. L’ultimo disponibile è il 4.0.6 

Per la configurazione totale di Betaflight vi rimandiamo a questo articolo che è più completo.

Per chi, come noi, ha solo da apportare delle modifiche singolari per il Verbena può tranquillamente seguire qui sotto. 

Noi lo abbiamo provato così  in 2S:

  • Dshot 300
  • Gyro/loop 4K
  • Prop out 
  • Pid Stock
  • Rate (personali)

 

Il Volato

Il risultato (con batterie buone) è a dir poco strabiliante, i pid sarebbero da migliorare ma già così offre un’esperienza di volo appagante. Sentiamo subito la differenza dal vecchio telaio, la manovrabilità è migliorata notevolmente. Agile,veloce e scattante e allo stesso tempo molto silenzioso. I voli sono stati effettuati con 2 lipo 1s da 250 mah 60C in serie. Il tempo in volo non è altissimo (siamo sui 3 minuti circa) e quindi con delle batterie poco più capienti (400mah) si può arrivare tranquillamente a 4 minuti.

Non si può ovviamente confrontare con un Freestyler da 5 pollici ma per allenarsi al parco è senza ombra di dubbio una valida alternativa.

 

VERBENA C DIETRO

 

Considerazioni Finali

L’idea di poter convertire un drone puramente indoor come un tinywhoop in un toothpick è sicuramente geniale e ci consente di non lasciare mai ferma l’elettronica del modello. Inverno indoor e Estate outdoor. In meno di dieci minuti si può fare la conversione e con un paio di preset su Betaflight anche quelle piccole modifiche vengono resettate in un lampo. Ci permette di volare in sicurezza ovunque e a tutte le ore del giorno (o della notte).  La qualità del carbonio è altissima, packaging fatto a regola d’arte, accessori e viti comprese a un prezzo super abbordabile, l’unico neo rimane la disponibilità.. Va a ruba in un attimo!!

 

VIDEO RECENSIONE by ATTACCO!

Articolo scritto da Matteo Del Pino e Elia Viti, revisionato da Roberto Acchiardo, caricato sul sito da Matteo Del Pino, foto di Roberto Sassara, Elia Viti e Matteo Del Pino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

VERBENA-C

Loggati

Registrati

Un link per impostare una nuova password verrà inviato al tuo indirizzo email.

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.

ISCRIVITI PER SUPPORTARCI

E per rimanere aggiornato sugli ultimi articoli